Torno ora ora dall’FIU, l’Universita’ pubblica di Miami, dove sono andata reticente per prendere informazioni in merito ad un Master.

Florida International University

Un paio di settimane fa avevo chiesto pubblicamente info su facebook alle persone che vivono gia’ qui da anni e che conoscono sia la realta’ italiana che quella americana. Volevo capire meglio la possibilita’ di tradurre i miei titoli qui (la laurea non ha equipollenza) ed iscrivermi ad un corso piu’ avanzato dell’AS che starei frequentando, seppur in pausa. La maggior parte dei commenti spingevano per il Master, dal momento che la mia specializzazione quadriennale italiana* e’ gia’ un Master’s Degree qui. Ma avere un titolo alto, qui, e zero esperienza lavorativa non e’ affatto una gran cosa (in realta’ nemmeno in Italia, ma culturalmente meglio tollerato). Un’amica italo americana mi scrive di star frequentando un master accelerato in human resources, che era l’ambito verso cui mi stavo orientando grazie al mio passato di consulente per l’orientamento e di formatrice.

Ieri ho cercato velocemente qualche informazione, ripeto, reticente. E’ difficile dover mettere mani alla propria vita per la terza volta, stavolta quella definitiva. Ed e’ doppiamente difficile perche’ ho amato molto, moltissimo il mio lavoro italiano, anche se pagato male e socialmente poco riconosciuto, e anche se sono una persona positiva e ottimista potrebbe essere difficile per me appassionarmi altrettanto in un nuovo campo. E quanto e’ frustrante fare un lavoro che non piace? E non potrei fare giornalismo? O al contrario un corso molto pratico, che poi lavoro subito? Mettici poi che qui e’ tutto diverso, e le informazioni sono difficili da decodificare, insomma, ero davvero poco motivata e infatti e’ anche appena trascorso il termine per presentare le domande. Pero’ per come sono fatta io devo capire in prima persona, quindi mi sono presentata li’.

FIU Business

Il Master accelerato in Risorse Umane durerebbe un anno, esattamente quanto mi manca per terminare il mio Associate of Science, e costerebbe la meta’ di quanto avrei pagato in totale al Miami Dade College, anche come International Student. Ma il discorso e’ un po’ piu’ complesso di cosi’, domani scrivero’ un post a parte. Avevo bisogno di capire cosa avrei dovuto fare della laurea e specializzazione italiane, di cui dovrei fornire certificazione in originale (caro d o t t o r Settepani o chi per te, va a fini’ che dovremo risentirci!), e dovevo capire che esami di ammissione sostenere, GRE o GMat che ieri sera mi seccavano tantissimo e che oggi dopo il colloquio con una advisor estremamente gentile, pronta all’ascolto e dispensatrice di consigli non richiesti, mi sembrano super affrontabili.

Insomma, potrei scegliere questa strada, che pero’ significa lasciare ogni sabato laPicci ad una babysitter per l’intera giornata, per un anno (ok, saltuariamente potrei approfittare della generosa offerta della mamma delle sue sorelle diverse). Ma l’esito sarebbe un lavoro migliore e meglio pagato rispetto a quello che avrei con un AS. Quindi ringrazio tutti quelli che avevano risposto al mio appello, grazie per avermi permesso un brainstorming efficace, probabilmente ci siamo! E ringrazio FIU che con la sua bellezza, modernita’, concretezza, e non ultimo un financial aid, rende le cose possibili.

 

*p.s.: No, non mi interessa continuare con la psicoterapia. La lingua, primo ostacolo (lo so, lo so Ale Vic!!), la lunghezza, e l’abilitazione per Stato, ma soprattutto non ho piu’ voglia di fare questo lavoro che comporta, comunque, un grande investimento emotivo. Forse proprio anche perche’ l’ho fatto con grandissima passione.

Annunci