Weekend sul Golfo del Messico: Naples e Sanibel

Avete presente quei libri interattivi che a seconda delle alternative che scegli hai un finale diverso? Ecco, in questo post troverete qualcosa di simile, con tante deviazioni dal percorso principale. E per raccontare il nostro bellissimo weekend sul Golfo del Messico comincio dalla fine, con un meraviglioso ricordo del nostro viaggio, con mia sorella, Viviana e Pietro e i nostri bambini, che hanno scoperto la bellezza della natura e la bontà della pizza col tonno.

Il mare del Golfo del Messico e’ sempre spettacolare. Mia sorella e i bimbi nei giorni precedenti erano stati talmente fortunati da avere un delfino che nuotava accanto a loro sulla spiaggia della 9th ave. Raccogliere stelle marine e sand dollars, vedere pesci nuotare a poca distanza, trovare conchiglie con i paguri, sono ricordi che i bimbi portano negli occhi per anni.

Credit: Bella Travel Planning

In questo post voglio consigliarvi il nostro itinerario di viaggio, perfetto per il weekend, con partenza da Miami.

Itinerario:

In calce a questo post trovate anche un itinerario alternativo che comprende Marco Island e vi permette di vedere (ancora) una spiaggia in più.

Sabato: da Miami a Naples

Due ore scarse di viaggio lungo la [noiosissima] drittissima i75, oppure percorrendo la Tamiami Trail, decisamente più interessante, Naples e’ davvero ad un tiro di schioppo da Miami. Se non ci siete mai stati, partite al mattino e fermatevi per un bel giro alle Everglades su una airboat, oppure visitate Shark Valley.

In alternativa, potrebbe interessarvi Big Cypress, il National Park alle porte di Naples.

Una volta arrivati a Naples, buttatevi su una spiaggia qualsiasi, sono tutte splendide. Io di solito vado alla 5th ave, decisamente la più frequentata insieme al Pier, ma davvero, dove trovate parcheggio fermatevi e attraversate la strada.

Questa e’ la spiaggia del Pier, grande e comoda.

Mentre una delle nostre ultime scoperte e’ stata Lowdermilk Beach. Un incanto.

Sapete come si dice, vero?

When in Rome, do as Romans do.

Sia che abbiate portato con voi un ombrellone o solo un asciugamano, sia che siate super attrezzati come i residenti del Golfo, che scendono con sedia pieghevole, tavolino da spiaggia e tumbler, restate dove siete e immobilizzatevi fino al tramonto. Godetevi queste lunghe ore dai raggi caldi, la sabbia fine sotto i piedi, l’acqua limpida.

Cosa e’ un tumbler, chiedete? E’ il bicchiere termico! I ricchi pensionati che vivono a Naples portano quello piccolo, per il vino. Tra l’altro al CVS accanto alla 5th ave trovate tutto quello che vi serve per la spiaggia, souvenir compresi.

A proposito di Naples, leggi anche:

Nel primo dei due post trovate qualche foto dell’albergo dove siamo andati più di frequente, il Lemon Tree Inn, economico, coloniale e in pieno centro. Scovato da mia sorella, e’ stato una grandissima sorpresa.

Lemon Tree Inn - Weekend sul Golfo
Lemon Tree Inn Naples - Weekend sul Golfo

Tranquillissimo con stanze grandi e comode ciascuna diversa dall’altra, accoglienti e con molta personalità.

In alternativa vi straconsiglio il Best Western Inn & Suites, che oltre a essere bello ha un minigolf e una bella piscina centrale, a bordo della quale farete colazione (anche qui inclusa nel prezzo, ma fresca).

Al mattino successivo, check out e andate a Sanibel.

Domenica: da Naples a Sanibel

Sanibel Island e’ una destinazione da non perdere in Florida. Gia’ solo arrivarci e’ una meraviglia, attraversando quel ponte sospeso sull’acqua che ogni volta scatto un milione di foto, e nessuna ne rende la bellezza, quella sorpresa che ti toglie il fiato.

Noi andiamo sempre alla stessa spiaggia, si chiama Bowman’s Beach. In alternativa, più vicina e ottima per raccogliere le conchiglie (shelling), e’ la spiaggia del faro.

Il mio consiglio: non fermatevi a nessuna delle prime spiagge che incontrate lungo il percorso, proseguite verso una delle due che vi ho indicato. Se avrete un alloggio sull’isola meglio ancora, la spiaggia sara’ davvero esclusiva.

Bowman’s Beach e’ una bellissima spiaggia grande e selvatica, con zero protezione e nessun ombrellone da affittare, quindi arrivate attrezzati. Ma vi assicuro che non potrete che restarne entusiasti.

Portate con voi un sacchetto per le conchiglie, i bambini passeranno ore a raccoglierne. Qui ci hanno fatto compagnia Viviana e Pietro con le loro belle bimbe, che avevamo già incrociato, proprio velocemente, a Disneyworld. Continuo a pensare che mia figlia deve essere convinta che l’unico posto in cui si parla inglese sia la sua scuola, visto che nel tempo libero frequentiamo praticamente solo italiani.

Leggi anche:

La grande sorpresa della giornata trascorsa insieme non e’ stata tanto perdere la carta di credito col plafond appena aumentato, io che non perdo mai niente, ma accorgersene 8 ore dopo, chiamare la banca e scoprire che una persona aveva trovato la carta nel parcheggio di Bowman’s Beach e l’aveva bloccata per me.

Se siete amanti delle avventure, saltate Bowman’s Beach e proseguite per Captiva. Non ci sono ancora andata, e’ uno dei miei prossimi viaggi, ma provate ad immaginare che spettacolo deve essere arrivare fino a quella punta li’. Si chiama Sunset Beach, fate voi. In alternativa, prendete una barca, attraversate quella lingua d’acqua da Captiva e andate a Cayo Costa.

Se tornando da Sanibel volete fare (ancora) un’altra spiaggia, leggete:

Domenica pomeriggio: da Sanibel a Miami

Perché lo so che a questo punto di andare via davvero non ne avrete voglia, ma il bello dei miei itinerari e’ che la fine e’ diluita e non sembra di interrompere il sogno.

Sulla strada del ritorno, soprattutto se all’andata avrete preso la i75, per rientrare fate la Tamiami Trail. Troverete, al lato destro, prima il più piccolo ufficio postale degli Stati Uniti

e poi, poco più avanti, il villaggio degli indiani Miccosukee, visitabile, dove sono esposti i manufatti della cultura dei nativi americani.

Da Sanibel a Miami

In alternativa a questo itinerario potrete aggiungere un’altra mattina in spiaggia e fare

  • Miami-Sanibel (2 ore e 45 di viaggio)
  • Sanibel-Naples
  • Naples- Marco Island e rientro a Miami

Se ti interessa, leggi: Marco Island e Tigertail Beach, isola bianca vicino Naples

Se questo post ti e’ piaciuto, forse potrebbe interessarti anche: Spiagge sul Golfo del Messico

21 pensieri su “Weekend sul Golfo del Messico: Naples e Sanibel

  1. La storia della carta di credito me l’ero persa, wow che lieto fine, queste sono le cose che mi rasserenano e mi convincono sempre di più della bontà della nostra decisione di partire…
    Tiziana, grazie per il “cameo”, che onore! 🙂

    "Mi piace"

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.