Quel giugno di cinque anni fa era identico ad oggi, se non che allora ero incinta di quattro mesi, la pancia iniziava a vedersi e noi eravamo felici ma sempre mpo’ senza un soldo, con un solo lavoro ed io studente a tempo pieno. Avevamo un motorino e una macchina. Quel giugno di cinque anni fa, ero arrivata da 6 mesi, scoprii il meteo di Miami.

Miami ha due stagioni, che si chiamano in diversi modi: stagione umida e stagione asciutta, oppure stagione delle piogge e stagione asciutta, oppure stagione degli uragani e inverno, oppure stagione delle zanzare e inverno, insomma, come potete intuire una buona stagione lunga sei mesi fa da contraltare ad altri sei mesi abbastanza fastidiosi, che si tratti di umido, pioggia, zanzare o uragani.

Se non sono uragani sono tempeste tropicali, che in Italia amate chiamare bombe d’acqua.

Quel giugno di cinque anni fa scoprii che giugno e’ il mese peggiore dell’anno per Miami e che vengono sganciate tantissime bombe. L’acqua che presi su quel motorino voi non ne avete un’idea.

Giugno e’ in genere piovosissimo. La stagione delle piogge, delle zanzare, degli uragani e dell’umidita’ inizia col botto qui, con tanta di quell’acqua che non ne fara’ piu’ cosi’ tanta ne’ a luglio ne’ ad agosto ne’ oltre. Venire in vacanza a Miami a giugno e’ piu’ rischioso che negli altri mesi estivi, e chissa’ se e’ anche per questo che la gente di qui viaggia in questo mese, non appena le scuole finiscono.

Dal 1 giugno al 30 novembre abbiamo questo simpatico semestre con maggiori, frequenti piogge all’inizio che vanno migliorando durante i mesi. Tutte le vacanze che i miei amici hanno fatto qui ad agosto sono state fortunate.

E guardare le previsioni col simbolino nuvoletta non basta: ad esempio su weather.com trovate la probabilità di precipitazioni per ciascun giorno, se superiore al 70% avrete buona probabilità di bagnarvi, se è sotto al 50% andate in spiaggia! E se il giorno prima vedete che la probabilita’ di precipitazione e’ 80%, controllate fiduciosi anche la mattina dopo, perche’ qui il meteo cambia con velocita’ impressionante e magari splendera’ il sole. Bisogna vivere un po’ alla giornata.

Quando le persone mi contattano in privato o sui gruppi per sapere cosa mettere in valigia la domanda e’ una sola: quando arrivi?

Il periodo a cavallo tra gennaio e febbraio e’ quello piu’ freddo, ma si tratta pur sempre di 4-5 giorni, una settimana al massimo. Che poi fa freddo per noi miamensi, per la maggior parte del resto del mondo 12-15-18 gradi vuol dire caldo. L’escursione termica c’e’ ma e’ relativa, e’ l’umidita’ che fa la differenza, e a gennaio non e’ umido. Il resto del periodo, da gennaio a maggio siamo sui 20-25 gradi e tanto tanto sole.

Si fa il bagno a gennaio? Senz’altro voi si’, noi no, iniziamo ad aprile.

Cosa metti in valigia a gennaio? Magliette a maniche corte, pantaloncini, sandali, e per la sera pantaloni lunghi e una giacca leggera o felpa, che comunque serve gia’ in aereo perche’ sapete, tutte le aerolinee simulano la vita sul circolo polare artico e bisogna adeguarsi. Se poi volete essere simili a tanti ragazzi qui porterete delle ciabatte nere, da piscina, quelle col fascione, che indosserete di giorno, e alla sera tac, che furbizia, un calzino di spugna vi isolera’ dalla diminuzione della temperatura.

Com’e’ il tempo a luglio ed agosto? Afosissimo, umido e spesso piovoso, magari solo per un paio d’ore e niente piu’, quindi abbiate fiducia che riuscirete ad andare in spiaggia. Le temperature sono sui 30 gradi ma con l’umidita’ sembrano 50. Cosa metti in valigia in piena estate? Magliette a maniche corte, pantaloncini, sandali, e per il giorno cappello e occhiali. E certo anche repellente per le zanzare e polase. Se poi volete essere simili a tanti ragazzi qui porterete delle ciabatte nere, da piscina, quelle col fascione, che indosserete anche alla sera mentre al giorno, tac, che furbizia, un calzino di spugna vi aiutera’ con la sudorazione eccessiva.

Se venite a giugno pero’ munitevi di ombrello (in italia costano infinitamente meno!), k way, e tanta pazienza. Qualche anno dice bene, qualche anno dice pedalino (bagnato).

Foto in apertura: vacanza sfigata a Sarasota.

In queste ore su Broward e Miami Dade sta passando una tempesta tropicale di quelle serie. Sawgrass Mills, il centro commerciale a nord di Miami, e’ stato chiuso gia’ due giorni fa per pericolo di allagamento. La gente si sta attrezzando come puo’, qualcuno si diverte perfino 🙂

Se siete qui in vacanza forse vi puo’ interessare un museo .

Annunci