Piccolo compendio di psicologia #7: La consulenza psicologica

Tante, tantissime persone mi scrivono (ora, prima me lo dicevano di persona) che stanno pensando di andare a parlare con uno psicologo. Il 95% di queste non lo farà mai, forse anche per timore di quello che non sanno, e quindi per loro vorrei provare a raccontare cosa succede in una consulenza psicologica. Il primo contatto con uno psicologo è di solito telefonico, e già questo crea uno scoglio. Di solito si ha avuto il numero da qualcun altro e si chiama un individuo sconosciuto per dirgli che c’è qualcosa che non va. Difficile, no? Diverso è il caso in … Continua a leggere Piccolo compendio di psicologia #7: La consulenza psicologica

Allargare i confini

Lavoravo in una scuola che aveva tre plessi, una centrale e due succursali, la più lontana delle quali era in aperta campagna al confine del Comune di Roma. Nella zona risiedono molte famiglie che hanno una scolarità bassa e qualcuna che invece ha scelto di fuggire dalla Capitale per vivere completamente immersi nel verde. La scuola pubblica della zona ha una unica sezione. I bambini iniziano a 3 anni in una classe e con le stesse persone arrivano ai 14. Undici anni con le stesse facce, gli stessi scambi relazionali, gli stessi pensieri condivisi, con poca possibilità di allargare le … Continua a leggere Allargare i confini

Fuori di me

Che poi uno magari pensa Ah sarai psicologa ma che ne sai davvero di certe cose. Al di la’ del fatto che uno per essere un buon pediatra non e’ che deve per forza aver avuto la varicella, vorrei raccontarvi cosa e’ successo a me otto anni fa. Perche’ la vita capita pure a psicologi e medici, e pure a quelli bravi. Il contesto e’ quello che ho raccontato qui. Per chi non ha voglia di leggere, quattro anni senza riuscire ad avere figli, quando siamo ad un passo dalla fecondazione assistita, alla fine di luglio 2007, lui mi lascia per un’altra. La sera in … Continua a leggere Fuori di me

Piccolo compendio di psicologia #6: Ansia e perfezionismo

Mi avete scritto nei commenti, Perche’ non parli dei perfezionisti? Premettiamo che questo piccolo compendio parla come magna di classificazione diagnostica, e il perfezionismo non rientra in alcuna diagnosi di personalita’ o di umore. Ma il Disturbo d’Ansia si’. Innanzitutto distinguiamo l’ansia normale da quella patologica: se ci troviamo davanti ad una situazione nuova, che si tratti di un esame, un lutto, il proprio matrimonio, un trasloco… provare ansia e’ non solo normale ma anche benefico, perche’ attiva il corpo e lo prepara ad affrontare una situazione. Il Disturbo d’Ansia insorge quando ci si preoccupa eccessivamente e per un periodo troppo prolungato, … Continua a leggere Piccolo compendio di psicologia #6: Ansia e perfezionismo

La curva gaussiana dell’opinione

Nel mio passaggio quotidiano sui vari gruppi a cui appartengo mi rendo conto che la comunicazione umana funziona secondo la curva gaussiana. Nell’intervallo [ µ − σ, µ + σ ] cade circa il 68% delle misure. Qualsiasi dato che esca dall’intervallo di distribuzione normale e’ considerato fuori dalla norma e cioe’ deviante, e questo vale per il peso e l’altezza dei bambini, la probabilita’ statistica di un evento, l’espressione di opinioni. Spesso la popolazione normale non accetta la devianza degli estremi perche’ fuori dagli schemi della sua normalita‘. La comunicazione di massa funziona per semplificazioni, che spesso si traducono in opposizioni. Nette: i buoni … Continua a leggere La curva gaussiana dell’opinione

Sono stata vittima di bullismo (no, prima)

Leggo un bel post sulla pagina facebook di The Queen Father (e niente, era mesi fa, da quanto e’ in bozze ‘sto post) e poi un commento di Mezzatazza ad uno dei miei ultimi post e mi torna in mente un periodo orribile trascorso quando ero tardoadolescente giovane adulta circa ventenne. La cosa in realta’ andava avanti da qualche anno, ora non riesco bene a collocarla nel tempo, comunque diciamo che potevo avere tra i 16 ed i 20 anni. Sotto casa mia stazionava una nutrita comitiva di nullafacenti cannaroli ragazzi poco piu’ grandi di me, ed occupavano un buon lembo di … Continua a leggere Sono stata vittima di bullismo (no, prima)

E Alessandro?

E con Alessandro come e’ finita?, mi ha chiesto Gilda. E’ finita che l’ho amato follemente per nove mesi, tutti quelli dell’anno scolastico. Per lui ho iniziato a sfidare i miei genitori, per pensare a lui ho quasi rischiato di essere bocciata, con lui ho fatto l’amore per la prima volta, non ero troppo convinta, non era stato stato troppo bello, e forse fu proprio quello ad allontanarmi un po’ da lui. Ero una ragazzina allegra, casinara e molto sognatrice. Quella cosa molto reale era stata una deviazione non prevista che mi aveva portata un po’ fuori rotta dalla mia idea di amore. … Continua a leggere E Alessandro?

Pressione del gruppo

Avevo sedici anni e pochi mesi prima mi ero innamorata pazzamente di un ragazzo della mia scuola, un anno piu’ grande. Purtroppo Non ricordo come ad un certo punto si accorse di me, in effetti non avrebbe non potuto, e ci mettemmo insieme. Era il mio primo ragazzo ed ero al settimo cielo. Era novembre, credo. A marzo parto con la classe per la settimana bianca, c’erano anche dei suoi compagni di classe, lui invece scelse una citta’ d’arte. E non pensate Aaaaah altri tempi, che se erano gli adolescenti di oggi facevano in modo di partire insieme e di … Continua a leggere Pressione del gruppo

Piccolo compendio di psicologia #5: narcisista e istrionica

Sono sempre rimasta delusa da come la diagnosi psicologica cambi completamente di significato quando entra nel linguaggio comune. Lo psicopatico in letteratura e’ il criminale? Nel linguaggio quotidiano e’ il “pazzo”, uno che ha un disturbo mentale. La depressione ha duemila facce e comprende anche l’iperattivita’ e la rabbia non manifestata? Per le persone e’ solo quella che non ti fa alzare dal letto. Il narcisista e’ uno che manca di empatia verso gli altri? Per la gente e’ quello che si vede bellissimo. L’ansia e’ un disturbo dell’umore piu’ o meno normale, e puo’ perfino essere produttiva? Per niente, e’ il … Continua a leggere Piccolo compendio di psicologia #5: narcisista e istrionica

Sono sempre una mamma mediocre

Qualche giorno fa un divertente articolo del Sole 24 ore smonta certe fisse delle mamme hipster. Non ne ho mai fatto parte, ve l’avevo gia’ detto che sono mediocremente mediocre, lo sono ancora, forse pure peggio. E quell’articolo arrivava proprio nel giorno in cui, in un supermercato un po’ fighetto dove ero andata a cercare verdura che non ho trovato, mi cade l’occhio sulle bacche di Goji, e mi ero chiesta, ma il gomasio? Fino a qualche anno fa era tutto parlare solo di gomasio e ora? Poi trovo questo link e ho pensato che era tutto scritto cosi’ perfetto che non … Continua a leggere Sono sempre una mamma mediocre